Osteopatia pediatrica e in gravidanza

OSTEOPATIA PEDIATRICA

L’osteopatia pediatrica rivolge l’attenzione alla salute della maggior parte dei neonati che, sia dopo un parto naturale che dopo un cesareo, iniziano ad avere i disturbi più comuni come le coliche, il rigurgito, l’insonnia, il pianto inconsolabile.

È proprio nella fase del travaglio e del parto che possono nascere dei blocchi e delle disfunzioni perché, per garantire la discesa e il passaggio nell’utero materno, le ossa del cranio si modellano e si comprimono ed una pressione eccessiva in alcune aree può provocare la nascita di molti disturbi.

L’osteopatia è una terapia manuale delicata e ben accetta dai piccoli pazienti. L’ osteopata valuta il bambino nella sua globalità, raccoglie informazione sul parto e sulla nascita e tratta le zone di tensione con tecniche delicate che ristabiliscono l’equilibrio così da favorire lo scomparire dei disturbi.

QUALI PROBLEMATICHE  L’OSTEOPATIA PEDIATRICA  PUO’ AFFRONTARE?

-Asimmetrie del cranio alla nascita il cranio può presentare delle asimmetrie (es. la plagiocefalia). L’osteopatia è in questo caso finalizzata al rimodellamento del cranio ed alle disfunzioni della motilità del collo (spesso associate).

– Rigurgiti e coliche secondo l’osteopatia spesso dipendono dall’irritazione del Nervo Vago, che dalla base della testa va allo stomaco, ed è responsabile dei movimenti intestinali. Per trattarlo si esercita una leggerissima pressione

alla base della testa: in questo modo si libera il vago dalla compressione delle ossa del cranio. Anche il diaframma teso o fissato in uno dei suoi movimenti fisiologici, causando difficoltà digestive, potrebbe essere il motivo degli stessi disturbi.

– Disturbi di suzione possono essere causati da una compressione del nervo che dalla base del cranio porta innervazione alla lingua. Con leggere decompressioni sul cranio questa difficoltà può migliorare.

– Difficoltà nella nanna l’irrequietezza può dipendere da un eccessiva pressione delle ossa del cranio che hanno subito un forte stress durante il travaglio e il parto. Con leggere pressioni sulla testa nelle zone di tensione l’osteopata aiuta ad attenuare il problema.

– Colonna le alterazioni a carico della colonna e del sacro possono portare a disfunzioni posturali che si manifesteranno durante la crescita come scoliosi,dismetrie o altri problemi agli arti inferiori.

– Piede torto è una deformità del piede presente alla nascita costituita da un alterato rapporto tra ossa e tessuti circostanti. L’ osteopatia può essere d’aiuto alla terapia medica (conservativa con apparecchi gessati o chirurgica), migliorando la tensione dei tessuti del piede aiutando quindi la correzione dell’atteggiamento viziato.

– Torcicollo può essere provocato schiacciamento di alcuni nervi che passano tra l’osso temporale e occipitale. L’osteopata interviene su questo passaggio con una leggerissima pressione e dilatazione della sutura, per decomprimere i nervi che vanno ad innervare i muscoli del collo.

– Otiti ricorrenti le ossa e i tessuti della testa compiono dei micro movimenti involontari simili all’onda di un respiro. Se un trauma anche lieve riduce questi movimenti nascono dei problemi come le otiti. Per trattarle si procede dolcemente con tecniche che aiutano il drenaggio per evitare il ristagno del catarro.

– Disturbi del dotto lacrimale

– Disfunzioni occlusali e della articolazione temporo mandibolare

– Età scolare e problemi di attenzione e/o apprendimento: l’osteopata può essere di supporto alle terapie mediche , logopediche e psicologiche affinchè il bambino possa avere le migliori condizioni fisiche per poter affrontare tali disturbi. Spesso è il momento in cui si introducono occhiali, apparecchi, e emergono problemi posturali quindi l’intervento osteopatico può agevolare la ricerca dello stato di salute del bambino.

Disturbi posturali  adolescenziali (scoliosi, cifosi etc..) e comportamentali in un periodo di grande cambiamento ormonale possono creare tensioni, così come gli sport competitivi che aumentano le possibilità di traumi. L’osteopatia gioca un ruolo importante nel ricercare un buon equilibrio e nella ripresa dai traumi tramite un approccio globale del corpo.

OSTEOPATIA E GRAVIDANZA

  • La gravidanza è il periodo che conduce il più grande cambiamento posturale che il corpo di una Donna possa subire dovuto alla crescita del bambino nel grembo che porta ad uno spostamento del centro di gravità della mamma in avanti.
  • L’Osteopatia è una terapia dolce volta ad assecondare il corpo della donna a questo cambiamento e viene usata per aiutare ad alleviare sofferenze e dolori causati dai cambiamenti di peso e postura durante e dopo la gravidanza.
  • La Donna può riferire una varietà di sintomi e dolori tra i quali mal di schiena e pesantezza agli arti inferiori, sciatalgia, dolori al collo e spalle, mal di testa, senso di oppressione toracica, problemi digestivi e bruciore di stomaco, stitichezza, stanchezza mattutina, tunnel carpale gravidico.
  • Preparazione al parto il compito dell’osteopata è quello di mantenere liberi i tessuti e le articolazioni della gestante così che possano accompagnare in modo funzionale la meccanica del parto. L’attenzione viene posta sulla colonna, sul sacro, sul bacino e tutto il pavimento pelvico.
  • Post parto. Il trattamento osteopatico risulta utile anche dopo il parto e varia a seconda del tipo di parto che si è affrontato. I problemi più frequenti sono: lombalgia, sopratutto per chi ne ha già sofferto durante la gravidanza o dovuta all’anestesia, cervicalgia e cefalea, cicatrici che possono con il tempo creare un problema meccanico articolare/muscolare/fasciale, dolori alla mano come la sindrome del tunnel carpale e la tenosinovite di De Quervain.
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi.